Suggerimenti di lettura della nostra Biblioteca

Studiare nel silenzio con vista sul Cupolone

Suggerimenti di lettura

La casa editrice Schnell und Steiner ha pubblicato un corpus in due volumi di tutti i vetri incisi figurativamente della tarda antichità. L'opera monumentale di Stefanie Nagel contiene molte sorprese. Ad esempio, Nagel ha scoperto i vetri della collezione Campo Santo Teutonico che si pensava fossero andati perduti (nel suo catalogo, n. 14, 168, 213-216, 237-241, 243) nella Collezione Archeologica di Monaco di Baviera. Non si sa come ci siano arrivati. Per ulteriori vetri perduti dal Campo Santo vedi Wohnen wie in Katakomben (tavole 23-24). Il catalogo elenca un totale di 373 oggetti con rappresentazioni profane, mitologiche e cristiane. Non vengono però trattati i vetri d'oro. Il primo volume tratta la tecnica e forma dei vetri figurati.

al libro

La rinomata rivista Annuarium Historiae Conciliorum, fondata dal cardinale Walter Brandmüller, sarà ora continuata dalla casa editrice Aschendorff con il titolo Annales Historiae Conciliorum a partire dal 2020 per motivi di diritto editoriale e a beneficio dei clienti. Il volume annuale costa ora solo un sensazionale 69,- Euro (istituzioni 129,-). Il layout è più bello, il servizio clienti migliore. Tutti i precedenti abbonati all'AHC possono ora registrare il loro abbonamento presso la casa editrice Aschendorff (ISSN: 2702-8631), per risparmiare subito soldi. Come prima, i redattori della rivista sono Johannes Grohe (Roma) e Thomas Prügl (Vienna).

AHC nuovo     contenuto AHC 2020

La nuova collana "Roma e il protestantesimo", edita dal Centro Melantone di Roma, è già al suo quarto volume, dedicato a "Petrusliteratur und Petrusarchäologie" (2020), a cura di Jörg Frey (Zurigo) e Martin Wallraff (Monaco). Il volume tenta di cogliere uno stato di ricerca approssimativamente consensuale, decisamente sulla base della ricerca protestante, che ha contribuito non poco al progresso scientifico. La tendenza è quella di vedere la figura di Pietro come un elemento narrativo precoce e come un lieux de mémoire legato a Roma, anche se questo non elimina la difficile domanda storica: "Pietro era a Roma? Il volume non la decide a favore della radicale negazione di Heussi e Zwierlein, né si batte per una dichiarazione sulla plausibilità storica della tradizione petrina romana, ma si accontenta di simpatizzare con essa..   

Rom und Protestantismus

Leggi tutto …

Il nuovo libro di Christian Hecht

Mai notato prima, anche se in realtà è difficile non notarlo: Il soffitto della Sala dei Busti è costituito da motivi tratti dalle logge di Raffaello, tratti dalle incisioni di Giovanni Volpato. 

La casa di Goethe a Weimar è il fulcro del pellegrinaggio del classicismo tedesco - ma il suo linguaggio visivo codificato era in gran parte sconosciuto fino ad oggi. È il progetto più personale che Goethe abbia mai realizzato o addirittura progettato, e nei programmi pittorici e nei progetti architettonici parzialmente irrealizzati gli ha affidato gli elementi essenziali della sua arte e della sua vita.

al libro

PD Dr. Tobias Frese (Heidelberg) ha presentato nel 2013 uno studio innovativo sull'importanza dell'immagine per la liturgia e della liturgia per l'immagine, che vale la pena ricordare, anche perché viene parzialmente confermato e completato da Altar und Kirche. Prinzipien christlicher Liturgie (2019). Il titolo del libro di Frese è Aktual- und Realpräsenz: Das eucharistische Christusbild von der Spätantike bis ins Mittelalter

Leggi tutto …

Lo storico svizzero Dr. Lorenzo Pflanzi, membro del RIGG, ha presentato il suo studio "Il Papa e il Consiglio federale: Dalla rottura nel 1873 alla riapertura della Nunziatura a Berna nel 1920" sulla storia delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e la Svizzera dal Kulturkampf al periodo tra le due guerre. È un libro trilingue in italiano, tedesco e francese, pubblicato in occasione del centenario delle relazioni diplomatiche tra la Svizzera e la Santa Sede 1920-2020. Doveva essere presentato il 9 novembre all'Università di Friburgo (Svizzera) con la partecipazione del cardinale Pietro Parolin e del consigliere federale Ignazio Cassis, ma tutto è stato rimandato al 2021, quando sarà presentato anche all'Istituto Svizzero di Roma.

al libro

Leggi tutto …

Il dottor Marco Aimone (Torino), ex borsista di Dumbarton Oaks, insieme a quattro collaboratori, ha realizzato un brillante volume con un catalogo completo e dettagliato degli oggetti preziosi d'argento bizantini e sassanidi della collezione privata britannica Wyvern, che comprende 131 vasi e oggetti di ogni tipo, anche liturgici. Molti di loro erano in precedenza praticamente sconosciuti. Il volume ("stampato e rilegato in Cina"!) è dotato di ottime illustrazioni e non lascia nulla a desiderare. Contiene oltre al catalogo, importanti contributi sulla tecnologia dell'argento. Aimone è anche uno dei docenti del prossimo corso "Instrumentum Domesticum" del PIAC in marzo 2021.

al libro

Nell'ambito del progetto internazionale per la registrazione di tutte le chiese paleocristiane in Europa (Corpus Architecturae Religiosae Europeae - C.A.R.E.) è stato pubblicato un primo volume sulle chiese di Roma (Regioni 1-4). Questo volume è pubblicato in cooperazione dall'Università di Zagabria e dal Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana. Gli autori sono Federico Guidobaldi, Angela Miele e Chiara Cecalupo, tutti e tre del Pontificio Istituto. 

ORDINA QUI

Leggi tutto …

Christoph Markschies ha tenuto una brillante conferenza all'Accademia Cattolica di Berlino, presentando il nuovo magnifico volume sulle 100 opere d'arte più importanti dei musei vaticani, pubblicato dalla casa editrice Schnell & Steiner. La presentazione è stata aperta dal direttore dell'Accademia Joachim Hake e dal nunzio apostolico Nicola Eterovic. Il magnifico volume in cofanetto, ideale regalo di Natale, presenta grandi opere d'arte provenienti da tutti i dipartimenti dei Musei Vaticani. È a cura della direttrice del Museo Barbara Jatta.

al libro 

Il Prof. Daniel Cardó, docente di Patristica e Liturgia negli USA, ha presentato alla Cambridge University Press uno studio, scientificamente valido e spiritualmente ricco, su un preciso aspetto della celebrazione eucaristica, focalizzato da Benedetto XVI: La Croce e l'Eucaristia nel primo cristianesimo. Un'indagine teologica e liturgica (2019). Nella teologia cattolica si è scatenata una battaglia contro la croce sull'altare, il che deve essere alquanto sorprendente. Un tale iconoclastia postconciliare avrebbe anche e soprattutto fatto impazzire Martin Lutero, che, come è noto, celebrava sempre la Cena del Signore su un altare rivolto verso la croce, sia che fosse come oggetto sull'altare, sia che fosse raffigurato sul pannello dietro l'altare.

Leggi tutto …