Alfred Cauchie - storico eminente sul Campo Santo Teutonico

Proprio all'ingresso del cimitero tedesco in Vaticano, quando si scende la scalinata, si incontra una tomba che oggi quasi nessuno nota più, ma che appartiene a quelle importantissime di Campo Santo. Qui si trova il prelato e storico belga Alfred Cauchie (1860-1922). Dal 1896 fu professore di euristica e storia ecclesiastica all'Università Cattolica di Lovanio, dove istituì immediatamente il Seminario Storico. Nel 1900 fondò la famosa Revue d'Histoire Ecclésiastique (la biblioteca di Campo Santo Teutonico l'ha avuta dal primo anno, ma ha dovuto essere cancellata nel 2011 a causa dei prezzi astronomici). Nel 1919, è stato direttore dell'Istituto Storico Belga (ora Accademia Belga), che ha guidato fino alla sua morte prematura in un incidente stradale. 

Cauchie era di enorme importanza per la storia della Chiesa negli atenei e nelle università, soprattutto in Germania, a causa del suo "Seminario Storico": l'idea principale era quella di permettere agli studenti di partecipare al lavoro di ricerca del professore e quindi di condurli al lavoro scientifico e alla propria ricerca. Nelle esercitazioni pratiche, che fino ad allora non esistevano presso le facoltà teologiche, gli studenti dovevano apprendere i metodi delle scienze storiche ("euristica", cioè trovare archivi e letteratura, paleografia e scienze ausiliarie). Quello che pochi decenni fa era ancora noto come "seminari pro e seminari principali" nei "seminari storici" delle facoltà cattoliche in Germania si basava sul concetto di Cauchie. Nel primo volume di "Revue" spiega la struttura dei Seminari Storici (RHE 1900, pp. 5-30). 

Il Seminario Storico dei Cauchies di Lovanio ha prodotto decine di storici di eccellente formazione che hanno potuto svolgere ricerche di base, cioè lavorare sulle fonti e produrre edizioni, e che hanno diffuso questo concetto in tutta Europa. Anche padre Cunibert Mohlberg (Maria Laach) studiò con Cauchie. Divenne subito suo entusiasta seguace e, come professore di liturgia presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana, vi introdusse il "seminario storico" intorno al 1930, che naturalmente durò solo fino alla seconda guerra mondiale. In realtà, l'idea di Cauchie di guidare gli studenti verso il lavoro indipendente è rimasta in gran parte sconosciuta nel concetto educativo scolastico italiano. Mohlberg visitò la tomba di Cauchie in Campo Santo Teutonico tutte le volte che poteva. Si veda Albrecht Weiland, Il Campo Santo Teutonico a Roma e i suoi monumenti tombali, 303f.