Drucken

Notizie Romane

Costruito per l'eternità: Klaus Ganzer parla del Campo Santo Teutonico

Il professor Klaus Ganzer della diocesi di Rottenburg-Stuttgart è stato al Campo Sanot Teutonico durante il Concilio Vaticano II, precisamente dal 1963 al 1965, quando il Collegio era parzialmente un grande cantiere. A quel tempo, una tale fabbrica era ancora possibile perché la sala delle udienze non era ancora accanto, cosa che renderebbe impossibile una tale impresa oggi a causa delle condizioni estremamente anguste e dell'inquinamento acustico, per non parlare dei costi smisurati. Klaus Ganzer, un amico intimo di Ewin Gatz e del Collegio, ha recentemente scritto un delizioso saggio sulle sue esperienze a Campo Santo (Rottenburger Jahrbuch für Kirchengeschichte 38, 2019, pp. 279-289).

Particolarmente prezioso è quel paragrafo in cui scrive della suddetta nuova costruzione, che ebbe luogo mentre l'edificio era ancora in uso (a quel tempo solo il cosiddetto corridoio del prelato poteva ancora essere abitato). Per rendere l'edificio antisismico, non meno di 98 pali, ciascuno lungo circa 30 metri, sono stati conficcati nel terreno. Ganzer scrive:

"Carlo Bayer, come ho detto, era responsabile della nuova costruzione di Campo Santo. Si è scoperto che c'erano circa 28 metri di sabbia alluvionale sotto il Campo Santo. Il corso del Tevere era stato diverso prima della sua regolazione. Si sospettava che ci fossero resti archeologici nelle profondità. Infatti, è venuta alla luce una necropoli parallela a quella sotto San Pietro.

Tuttavia, poiché l'acqua freatica si spostava all'interno, la fossa doveva essere pompata più volte. Il cardinale Gustavo Testa (1886-1969), capo dello Stato Pontificio, veniva ogni giorno a ispezionare il sito perché sospettava che i resti archeologici fossero ignorati. 

Furono chiamati degli esperti, tra cui padre Engelbert Kirschbaum SJ (1902-1970), e divenne evidente che la necropoli non era di particolare valore. Così gli specialisti hanno deciso di fotografare il tutto e poi continuare con la costruzione.

Ora, a causa della sabbia alluvionale, i pilastri di sostegno sono stati conficcati fino a 30 metri, il che ha causato un rumore infernale. Questo è stato il modo in cui la nuova costruzione è stata assicurata. Sono sfuggito in gran parte al rumore perché ho lavorato negli archivi vaticani la mattina e nell'Istituto Storico Germanico nella sua eccellente biblioteca il pomeriggio".

Per il vecchio Campo Santo, vedi Wohnen wie in Katakomben.