Notizie romane

Notizie rilevanti dal mondo culturale di Roma

I grandi giubilei dei prossimi anni a Roma

2020: 500° anniversario della morte di Raffaello Sanzio- il più grande pittore di tutti i tempi

2021: 700° anniversario della morte di Dante Alighieri - poeta nazionale

2022: 200° compleanno di Giovanni Battista de Rossi - "fondatore" dell'archeologia cristiana

2025: Anno Santo -- Centenario del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana

2026: 400° anniversario dell'inaugurazione della nuova Basilica di San Pietro

Ricordo di un uomo allegro e autore della Römische Quartalschrift

ll 10 febbraio il giornalista e storico Bernhard Müller-Hülsebusch è morto a Roma all'età di 82 anni. Nativo di Rosenheim, dopo aver studiato storia e storia letteraria a Monaco e a Vienna, il si è rivolto al giornalismo. Dal 1972 al 1983 è stato corrispondente per "Der Spiegel" a Roma. In seguito è rimasto come giornalista freelance nella Città Eterna e ha lavorato per diversi media di lingua tedesca. Ha trattato con coscienza e serietà temi riguardanti l'Italia e, in particolare, il Vaticano.

Riaperta: la Libreria "Leoniana"

La libreria internazionale "Leoniana" direttamente al Vaticano (via dei Corridoi, 16), chiusa da mesi, ha riaperto sotto un nuovo proprietario. La libreria, in cui soprattutto il competente Sig. Angelo si occupa della clientela da molti anni, è più specializzata nella letteratura cattolica internazionale di qualsiasi altra libreria. Tutte le lingue europee sono rappresentate nell'assortimento. La biblioteca di Campo Santo Teutonico e la Biblioteca Ratzinger ottengono i loro libri non tedeschi esclusivamente dalla "Leoniana".

Leoniana 

Le messe stazionali della Quaresima 2020

Il "Collegium Cultorum Martyrum", fondato nel 1879 a Campo Santo Teutonico, che ha lo scopo di promuovere la venerazione dei martiri romani nelle chiese e nelle catacombe e che tuttora pretende di avere la sua sede a Campo Santo Teutonico, compila ogni anno il calendario delle messe stazionali della Quaresima. Il calendario delle Stazioni risale all'Alto Medioevo, quando i Papi celebravano la Messa in una delle chiese della città o del cimitero di Roma, soprattutto in Quaresima, e andavano a cavallo dal Laterano alla chiesa stazionale. Più recentemente, il Papa partecipa soltanto alla Messa della stazione del mercoledì delle Ceneri a Santa Sabina, sull'Aventino.

Calendario delle stazioni 2020

Workshop "Gruppi religiosi e spazio urbano"

Il 2-3 marzo il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana e l'Università Europea di Roma organizzano un workshop sul tema "Gruppi religiosi e spazio urbano". Simboli, interazioni, trasformazioni". Il workshop si concentrerà sulla presenza di diversi gruppi di popolazione, comunque definiti, nelle aree urbane, in particolare a Roma. Intervengono Lucrezia Spera e Renata Salvarani (coordinatori), Andreas Rehberg, Reanata Salvarani, Giulia Bordi e Stefan Heid.

Programma

Borse di studio del DAAD per soggiorni in Germania

La dott.ssa Valentina Torri dell'ufficio romano del Servizio tedesco di scambi accademici (DAAD) presenterà le varie possibilità di borse di studio per soggiorni di studio in Germania il 18 febbraio alle ore 11.30 presso il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana. Sono cordialmente invitati accademici, professori, studenti interessati, soprattutto nel campo degli studi umanistici.  

locandina

Konrad Ackermann dottore utriusque

Konrad Maria Ackermann, sacerdote della diocesi di Ratisbona, Vicerettore del Pontificio Collegio Teutonico al Campo Santo e membro del RIGG, il 10 febbraio ha difeso con successo all'Università lateranense sua tesi "Die Sacra potestas im Werk von Alfons Maria Stickler und Klaus Mörsdorf" e vinto il dottorato utriusque iuris. Congratulazioni! Moderatore era il prof. Émile Kouveglo, correlatori erano i professori Manuel Arroba Conde e Achim Buckenmaier.

Gli scavi del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana a S. Paolo f.l.m.

Il Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana (PIAC), fondato nel 1925 da Pio XI, ha ricevuto la prima commissione diretta di scavo dalla Santa Sede nel 1939, cioè dall'appassionato di archeologia Pio XII Eugenio Pacelli. È stato lo scavo più importante e spettacolare di tutti, quello della memoria di Pietro - la presunta tomba di San Pietro - nella basilica San Pietro. Nel 2007 è stata la seconda volta che la Santa Sede ha commissionato al PIAC uno scavo, questa volta sul lato sud della Basilica San Paolo f.l.m. Grazie a questo ampio scavo - curato dalla Prof. Lucrezia Spera - è stato possibile ricostruire il Medioevo, "scomparso" in molti luoghi di Roma, almeno per la Basilica di San Paolo, ovvero il monastero ivi esistente nel Medioevo nel suo contesto insediativo.