Catalogo di tutti i vetri tardoantichi figurati

La casa editrice Schnell und Steiner ha pubblicato un corpus in due volumi di tutti i vetri incisi figurativamente della tarda antichità. L'opera monumentale di Stefanie Nagel contiene molte sorprese. Ad esempio, Nagel ha scoperto i vetri della collezione Campo Santo Teutonico che si pensava fossero andati perduti (nel suo catalogo, n. 14, 168, 213-216, 237-241, 243) nella Collezione Archeologica di Monaco di Baviera. Non si sa come ci siano arrivati. Per ulteriori vetri perduti dal Campo Santo vedi Wohnen wie in Katakomben (tavole 23-24). Il catalogo elenca un totale di 373 oggetti con rappresentazioni profane, mitologiche e cristiane. Non vengono però trattati i vetri d'oro. Il primo volume tratta la tecnica e forma dei vetri figurati.

al libro