Massimiliano Ghilardi: somma della politica papale delle reliquie

Massimiliano Ghilardi, attualmente il più grande esperto della pratica barocca delle reliquie a Roma, descrive in dettaglio nel suo ultimo libro le misure prese dai papi del XVII secolo per conservare e saccheggiare le catacombe per trovare le reliquie dei santi martiri (pp. 1-144). Egli attinge principalmente agli editti papali (pp. 147-209). Segue una bibliografia esaustiva (pp. 211-251).. L'intensificazione della ricerca delle reliquie dei martiri a Roma rappresenta uno degli aspetti più importanti della risposta tipicamente romana alla Riforma, al di là del programma ufficiale di riforma del concilio di Trento.

Saeculum sanctorum

Ingo Herklotz descrive il giovane Richard Krautheimer

Lo storico dell'arte Ingo Herklotz di Marburgo tratta il suo collega Richard Krautheimer (1897-1994), uno degli "storici dell'architettura più letti e influenti del XX secolo" (p. 7). In un volume ponderoso tratta gli otto anni della sua vita dal 1925 al 1933. Krautheimer, emigrato negli USA alla fine del 1935, continua i progetti di ricerca che aveva già concepito in Germania e nel 1930-1935 in Italia. In questo senso, la fase iniziale è decisiva per un apprezzamento della persona.

Libretto sulla Sala Nervi in Vaticano

Per la sala d'udienza di Paolo VI doveva essere sacrificato il Campo Santo Teutonico. Originariamente la sala doveva essere tre volte più larga e ospitare 20.000 persone invece delle 6.000 attuali. Perché questo calice sia passato dal cimitero tedesco, è una buona domanda.

Altare e Chiesa: rimangono soltanto 200 copie

Dopo due anni di vendita, delle 1.900 copie di "Altare e Chiesa" stampate in due tirature, sono rimaste solo 200 copie in magazzino presso la casa editrice Schnell & Steiner. Si dovrebbe pensare lentamente ad assicurarsi di una copia. Come si spiega il successo del libro: ampiezza dell'argomento - attualità - design del libro - marketing - qualità generale. Un'edizione in lingua inglese dovrebbe essere pubblicata all'inizio del prossimo anno.

Altar und Kirche

Tema "Ambone" nella rivista "Das Münster"

La rivista d'arte cristiana "Das Münster" (disponibile nel Campo Santo Teutonico) presenta un notevole libretto su "Predigtstuhl - Kanzel - Ambo". Viene fornita una panoramica molto istruttiva dalla Chiesa primitiva (cfr. Römische Quartalschrift 2017) ai giorni nostri, accompagnata da numerose illustrazioni che non si trovano facilmente altrove. Si incontra il monumentale ambone di marmo di Hagia Sophia a Costantinopoli, ma anche i pulpiti mobili di legno del XV secolo (il Campo Santo Teutonico aveva ancora un tipo così semplice fino alla tabula rasa del XX secolo), inoltre i pulpiti d'altare luterani e i pulpiti sospesi barocchi. Non c'erano limiti all'immaginazione. Interessanti sono anche le immagini del movimento liturgico (Pius Parsch, Maria Laach). Si preferisce tacere sui blocchi moderni.

il fascicolo

La Bibbia dei Settanta: una necessaria emancipazione

Nella sua traduzione dei Salmi liturgici, Rodrigo Kahl parla giustamente dell'attesa emancipazione della Septuaginta, cioè dell'Antico Testamento greco, che è stato pubblicato in traduzione tedesca per la prima volta nella storia nel 2009. Kahl: "Si può giustamente parlare di una sensazione qui ... Finalmente l'Antico Testamento greco non è più considerato come una traduzione di seconda scelta [della Bibbia ebraica] i cui 'errori' sono segnati con una matita rossa. Finalmente viene valutato come un'entità a sé stante" (p. XI). 

Il significato della Bibbia: i Salmi

La Bibbia è spesso lodata come il libro più tradotto al mondo. Ma la Bibbia soffre anche della massima confusione sulle rispettive basi testuali e sulla qualità delle traduzioni. Un'introduzione molto illuminante a questo porta Rodrigo Kahl nella sua traduzione tedesca dei Salmi della Vulgata. Ma attenzione: la Neo-Vulgata è sul mercato da diversi decenni. Kahl, tuttavia, traduce la Vulgata originale, "classica", cioè quei Salmi che divennero il tesoro di preghiera originale della Chiesa e furono pregati per secoli nei monasteri. 

La redazione dell'enciclica Pascendi di Pio X

Claus Arnold e Giovanni Vian hanno presentato i loro studi di lunga data sull'origine dell'enciclica "Pascendi" di Pio X. (1907) in un'edizione esemplare di tutti i dossier sulla storia del testo con introduzioni italiane. Così tutti gli elementi sono disponibili per valutare la paternità e lo sfondo teologico dell'enciclica, che stava interamente sotto la stella dell'integralismo francese (cfr. Legge di separazione 1905). Le questioni sollevate dall'enciclica e i dibattiti a livello europeo all'indomani della pubblicazione sono al di fuori dello scopo del libro.

al libro